Progetto finestra

Progetto finestra

Come illuminare la casa con la luce naturale. Che viene modulata grazie a serramenti dalle finiture personalizzate

La finestra può portare la natura in casa grazie a a quelli che sono i migliori infissi del mercato oggi. Grazie ai telai a scomparsa si può ottenere una continuità estetica tra vetro e muratura, con un effetto finale che unisce interno ed esterno dell’abitazione. Se visibile invece, il telaio della finestra può essere scelto in una finitura personalizzata, realizzando un abbinamento perfetto con gli arredi della casa. E se l’infisso diventa un quadro, le grandi vetrate continue fanno sì che il soggiorno, specie quello d’angolo, si trasformi in una specie di terrazzo panoramico In più, il meccanismo di apertura della porta finestra alzante scorrevole consente di spostare facilmente grandi vetrate termoisolanti che, una volta aperte, grazie alle soglie ribassate, permettono alle persone di entrare e uscire senza barriere.

In vista dell’inverno,  molti sostituiscono le finestre. Che cosa è importante nella scelta di un nuovo infisso?

Le detrazioni fiscali per il risparmio energetico non devono far trascurare le qualità e le caratteristiche tecniche dei serramenti acquistati. È come comperare un’automobile e non preoccuparsi dei consumi. Eppure negli infissi proprio i dettagli fanno la differenza. Ad esempio, nell’isolamento termico quel che conta è il valore Uw (trasmittanza termica del serramento in cui “w” window indica finestra in inglese). Questo valore esprime quanta energia si disperde dall’infisso e si esprime in W/m2K. Più questo valore è basso più la finestra mantiene l’energia all’interno dell’edificio. Immaginate che la finestra con vetri bassoemissivi si comporti come un thermos: se inseriamo nel contenitore una bevanda calda o ghiacciata questa manterrà a lungo la sua temperatura. Così funziona un serramento di qualità: mantiene il caldo in inverno e la frescura in estate. 

Come ottenere l’ecobonus?

La legge di stabilità ha prorogato al 31 dicembre 2018, la detrazione fiscale del 50% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. La detrazione fiscale dall’Irpef viene concessa se si eseguono interventi che aumentano l’efficienza energetica degli edifici esistenti. Per i serramenti le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per il miglioramento termico dell’edificio che rispetta i requisiti di trasmittanza “U” (dispersione di calore), definiti dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico. Adesso è il momento migliore per sostituire le vecchie finestre da cui entrano spifferi, rumori e spesso anche i ladri.

tratto da: http://living.corriere.it/arredamento/